Come fare il bagnetto al neonato

QUANDO FARLO?

Ti consigliamo di preparare il bagnetto ogni giorno (o a giorni alterni) a un'ora precisa, meglio verso le 19-20, prima della poppata serale: il bagnetto ha infatti un effetto rilassante sul piccolo e favorisce in modo naturale la sua nanna nelle ore notturne. Per i primi tempi ti suggeriamo di non prolungare il bagnetto per più di 2 o 3 minuti dal momento che il piccolo è molto sensibile al freddo, in seguito puoi farlo durare anche una decina di minuti, se vedi che il bambino apprezza.

 

E ORA… PREPARA TUTTO L’OCCORRENTE

Prima del bagnetto prepara tutto ciò che ti serve per il cambio così il piccolo non rischierà di raffreddarsi. Controlla la temperatura della stanza (24-25 gradi è perfetta) e dell’acqua, che non dovrà superare i 37 gradi.

Ti servono:

  • Una piccola vasca con un fondo antiscivolo, di gomma o plastica ipoallergenica: l’ideale per i primi mesi è la vaschetta inserita nel mobile fasciatoio
  • Un bagnoschiuma specifico per lui: a pH neutro e ricco di sostanze idratanti ed emollienti. La pelle dei neonati è più sottile, meno ricca di cheratina e più soggetta all’attacco di microrganismi di quella dell’adulto
  • Un olio per neonati o, dai 3 mesi, uno shampoo a pH neutro e non irritante per gli occhi
  • Un asciugamano e un accappatoio con cappuccio, puliti e perfettamente asciutti
  • Una bacinella di acqua tiepida (meglio se bollita in precedenza) con qualche dischetto di cotone per pulire il viso, un po’ di cotone idrofilo per le orecchie
  • I pannolini
  • La sua tutina perfettamente igienizzata

 

COME PROCEDERE

Riempi la vaschetta di acqua tiepida per circa 10 cm e immergi il tuo bambino sostenendolo e facendo appoggiare al tuo braccio sinistro, mentre con l’altra mano puoi procedere al lavaggio di collo, torace, sederino e gambe (all’opposto se sei mancina).

Per il lavaggio meglio utilizzare solo le mani: la spugna, se usata più volte, può diventare ricettacolo di batteri.

Lava il visino con un po’ di cotone e acqua e finito il bagnetto, avvolgi il tuo bimbo nell’asciugamano massaggiando e tamponando con molta delicatezza.

Asciuga bene le zone delle pieghe (sederino, inguine e ascelle) per evitare che l’umidità favorisca la macerazione della cute.

Accompagna questo momento di benessere e di intimità con le parole, usando sempre un tono di voce dolce e rassicurante.