Piscineespoiatoi 740X400

CALZINE DI GOMMA E INFRADITO PER I BIMBI SPORTIVI

Spogliatoi, piscine, docce e bagni pubblici, centri sportivi… rappresentano l’habitat ideale per il proliferare di funghi e batteri responsabili di potenziali infezioni e dermatiti che colpiscono coloro che li frequentano assiduamente.

I bambini in particolare, un po’ per la scarsa attenzione che pongono alle questioni igieniche, un po’ strutturalmente, dal momento che il loro sistema immunitario non è ancora del tutto formato e in grado di contrastare l’azione batterica, risultano maggiormente esposti rispetto agli adulti al rischio di contrarre infezioni, altamente contagiose, quali, per esempio, il Piede dell’Atleta (un fungo che causa prurito e piccole piaghe sulla pelle generalmente tra le dita dei piedi) o le Verruche (infezioni, causate da un virus – il papilloma virus – che si localizzano, normalmente, sui piedi, sulle mani, sulle ginocchia, sui gomiti).

Si tratta di patologie certamente non gravi, ma decisamente fastidiose, e che possono complicare il procedere della vita di tutti i giorni.

La prevenzione e il rispetto di alcune norme igieniche generali reppresentano il modo migliore per ovviare al problema.

 

IN PALESTRA: NORME GENERALI

  • Prima di scegliere la struttura per la frequentazione del corso sportivo, valutarne con cura le condizioni igieniche chiedendo di visitare gli spogliatoi, i bagni, l’area preposta allo svolgimento dell’attività fisica.
  • Abituare il bambino a utilizzare sempre ciabattine o calzine di gomma per fare la doccia e andare in bagno.
  • Prima e dopo il bagno in piscina, lavare i piedi con un prodotto disinfettante specifico presente generalmente negli spogliatoi (lo si trova di finco alle docce erogabile tramite uno speciale rubinetto)
  • Abituare il bambino a usare sempre e solo il suo accappatoio o asciugamano evitando di prestarlo o scambiarlo con altri.
  • Assicurarsi che dopo la doccia, prima di infilare calze e scarpe, i piedi del bambino siano perfettamente asciutti. L’umidità che viene a crearsi all’interno della scarpa, infatti, non fa che favorire il proliferare di un’infezione già in corso.

ABITUALO ALL’IGIENE

Insegna al tuo bambino fin dalle sue prime prove con il vasino a lavarsi la mani sempre dopo aver fatto pipì o pupù, in modo da farla diventare un’azione quasi automatica. Usa un prodotto disinfettante il suo vasino per evitare che diventi veicolo di trasmissione di germi.

 

QUANTI MICROBI NELLA BORSA DELLO SPORT

La check list con gli indispensabili per la palestra

  • L’attrezzatura necessaria per lo svolgimento dell’attività sportiva (tuta, maglietta, calzoncini, costume, cuffia di gomma, racchetta da tennis, pattini…)
  • Un cambio completo pulito (ricordarsi calze e scarpe di ricambio. Meglio differenziare, infatti, le scarpe con le quali viene svolta l’attività fisica da quelle usate per andare in giro tutti i giorni).
  • Accappatoio pulito e un asciugamano per la faccia.
  • Infradito o scarpe di gomma da usare sotto la doccia.
  • Shampoo, bagnoschiuma, sapone e tutto il necessario per la doccia.
  • Un phon (qualora la struttura non ne fosse dotata).
  • Un lucchetto per chiudere l’armadietto con le proprie cose.

 

… E UNA VOLTA  A CASA?

Le borse utilizzate per lo svolgimento dell’attività fisica sono veri e propri ricettacoli di germi e batteri. Tra accappatoi e asciugamani bagnati, infatti, biancheria sporca, scarpe infangate… i microbi trovano davvero un terreno fertile dove crescere e moltiplicarsi.

Ecco perché sarebbe buona norma, una volta tornati a casa, invitare il bambino a svuotare immediatamente la sacca mettendo a lavare tutti gli indumenti sporchi e sudati e stendendo all’aria l’accappatoio e gli asciugamani (questi ultimi, comunque, andrebbero lavati almeno una volta ogni due settimane anche qualora venissero usati non più di due volte a settimana).

Eventuali scarpe infangate o incrostate di terra (per esempio, nel caso di bambini che giocano a calcio), vanno pulite e lasciate all’aperto ad asciugare.

Una volta al mese andrebbero lavate in lavatrice aggiungendo un prodotto disinfettante al normale detersivo. Solo così, infatti, si ha la certezza di eliminare germi e batteri.

Anche la borsa andrebbe igienizzata almeno una volta al mese ed è per questo che sarebbe consigliabile optare per un modello che possa essere lavato facilmente in lavatrice.