Buona Pasqua In Tavola Familia

Le “feste comandate” spesso vi stressano quanto il lavoro? Mantenere i buoni propositi di non spreco, igiene e salute è possibile anche durante le vacanze di Pasqua. Che si tratti di cosa servire in tavola il giorno della festa o di come organizzare la valigia per la partenza, nel Club Napisan sappiamo quali sono le esigenze delle donne come voi: leggete i nostri consigli e vedrete che non è poi così difficile passare una buona Pasqua!  

A TAVOLA CON GUSTO E LEGGEREZZA

  Il menù di Pasqua non è impegnativo quanto quello di Natale, ma vi preoccupa ugualmente sia dal punto di vista del “peso forma” che volete mantenere sia di quello della “bella figura” che volete fare a con i vostri ospiti. C’è poi anche il fattore economico, da non sottovalutare nel fare la spesa. Provate allora ad abbandonare le tradizionali pietanze di Pasqua, optando per piatti più leggeri e sani, ma senza rinunciare al gusto. Ecco cosa vi consigliamo:

  • Scegliete ingredienti di stagione: per risparmiare denaro e guadagnare in sapore, acquistate prodotti tipici del periodo primaverile. In questa stagione sui banchi dei mercati trovate: i carciofi, gli asparagi, le prime fragole. Il carciofo può diventare l’ingrediente principale del menu, come condimento per un’ottima pasta, o fare da contorno a un piatto di carne. Gli asparagi possono essere la base di un delizioso risotto o un raffinato contorno per il pesce, altro alimento consigliato per la vostra salute e forma fisica.
  • Scatenate la vostra fantasia: i legumi sono un “piatto povero” acquistabile a poco prezzo, ma in realtà ricco di sostanze che fanno bene all’organismo e di potenzialità per chi di voi abbia voglia di creatività in cucina: con un ottimo tortino di ceci, una caponata di fagioli con pinoli e uvetta, una purea di lenticchie con riso basmati integrale, o ancora uniti a delle crocchette di miglio e verdure, potrete stupire i vostri ospiti con abbinamenti leggeri e inaspettatamente gustosissimi!
  • Insalata e agrumi per contorno: non pensate che proporre un’insalata ai vostri ospiti sia una scelta triste, né abbiate il timore di rivelare il vostro intento di seguire la dieta! C’è insalata e insalata, il trucco è trovare i giusti abbinamenti che appaghino la vista, il palato e il vostro desiderio di salute: provate ad esempio l’insalata di cavolo rosso con pistacchi e uvetta, o l’insalata agrodolce di finocchi, verza, olive nere e arancia.
  • Macedonia e spiedini di frutta: le fragole danno gusto e colore alle vostre macedonie, ma possono essere servite anche da sole e accompagnate da pezzetti di cioccolato extra-fondente e frutta secca, oppure formare colorati spiedini di frutta fresca insieme ad ananas e kiwi.
  • Scegliete un uovo di qualità: il dolce di Pasqua è irrinunciabile, ma se non siete in grado di farne uno voi con ingredienti selezionati personalmente, potete fare uno strappo alla dieta concedendovi la delizia di un classico uovo di cioccolato. Sceglietelo però con cura! In questo caso, meglio spendere qualcosa in più e puntare sulla qualità: è preferibile optare per delle uova con alta percentuale di cacao, meglio se artigianali e decorate con ingredienti di prima scelta, come quelle che vendono in pasticceria.
  • Regolatevi con le porzioni: oltre a creare un menu gustoso ed equilibrato, godetevi appieno il vostro pranzo pasquale, assaggiando di tutto, ma regolandovi con le porzioni. Eviterete quella spiacevole sensazione di gonfiore che in genere si fa sentire dopo i pranzi abbondanti, e vi alzerete da tavola soddisfatte e in forma per una passeggiata con i vostri ospiti.

A TAVOLA CON GUSTO E LEGGEREZZA

  Per una Pasqua al sicuro da germi e intossicazioni, Napisan consiglia:

  • Prima di preparare le pietanze per i vostri ospiti: pulite con cura la cucina, igienizzando piano cottura e tavolo.
  • Durante la preparazione: ricordatevi di lavare molto bene gli alimenti crudi e di sciacquare il tagliere ogni volta che passate da una pietanza all’altra da affettare.
  • Assicuratevi che i vostri ospiti lavino le mani prima di sedersi a tavola: rifornite quindi il bagno di sapone liquido e salvietta pulita, ancor meglio sarebbe un rotolo di carta usa e getta.
  • A fine pasto, conservate con cura gli avanzi: un altro vantaggio di un pranzo pasquale molto leggero è quello di riuscire gradito a tutti e limitare così la quantità di avanzi per i giorni successivi. Qualora ce ne fossero, ricordatevi le norme d’igiene per la conservazione in frigorifero: non mischiate le pietanze e applicate una pellicola per proteggerle dai batteri eventualmente sfuggiti alla vostra preliminare opera di pulizia.
  • Smacchiate e igienizzate: se tovaglia e vestiti si sporcano durante il pranzo, fate un unico lavaggio a basse temperature con Napisan Liquido. È delicato con tessuti e colori, ma deciso contro i batteri!

PARTIRE CON L’IGIENE IN VALIGIA

  Partirete per le vacanze di Pasqua? Preparare la valigia non è facile, specialmente se volete viaggiare leggere. Ecco allora i consigli del Club Napisan per fare spazio ad ogni cosa, senza dimenticare l’essenziale: gli accessori per la vostra igiene!

  • Igiene personale: in valigia non potete mettere tutto il contenuto dei vostri armadietti, perciò selezionate con cura ciò che è indispensabile. Per guadagnare spazio, preferite alla spazzola il pettine e all'asciugamano classico di viscosa quello di lycra. Shampoo, sapone e altri prodotti per l'igiene personale solitamente sono disponibili in hotel oppure facilmente acquistabili presso la località di villeggiatura. Per sicurezza, potreste portare con voi un'unica saponetta per corpo e capelli o delle salviettine igienizzanti da viaggio per le mani. Non trascurare l’igiene orale: il filo interdentale non è utile solo per lavarsi i denti, ma anche per stendere i panni o come spago multiuso.
  • Igiene per i vostri panni: nelle stanze d’albergo non sempre trovate appendiabiti a sufficienza. Per non appoggiare i vestiti direttamente sui ripiani dell’armadio o sparsi qua e là alla mercé di polvere e batteri, procuratevi un paio di stampelle gonfiabili: molto comode per appendere le camicie e poco ingombranti in valigia da sgonfie. Il detersivo per i panni è meglio liquido in bustine monodose: aggiungetevi anche la praticità di Napisan Tabs per garantire igiene al vostro bucato.
  • Abbigliamento: per non appesantire il bagaglio con i jeans, potete equipaggiarvi con dei pantaloni con la zip al ginocchio che diventano shorts o più lunghi a seconda delle esigenze. Una camicia comoda e leggera può risultare più fresca di una maglietta a maniche corte ed essere utile anche per presentarvi alle cene. Per non rinunciare alla vostra femminilità, vi consigliamo di portare con voi una gonna con maglietta abbinata, più fresca e versatile del classico vestito scuro. Non dimenticate, infine, una giacca o un maglione pesante in caso di maltempo imprevisto. Ancora migliore, è la scelta di puntare su un impermeabile richiudibile a sacca: molto meno ingombrante e più comodo in caso di spostamenti sotto la pioggia. Per proteggere i bagagli, bastano due buste grandi multiuso o in alternativa i classici copri zaino che potrete trovare in tutti i negozi di sport.
  • Biancheria: tre paia di mutande sono più che sufficienti se avete la possibilità di lavarle e igienizzarle a mano con Napisan Liquido. Ricordatevi che il nylon non fa respirare la pelle e quindi non è il massimo del confort e dell'igiene: preferite intimo in cotone. Una sacca portabiancheria è indispensabile per trasportare i panni sporchi, ben separati da quelli puliti e dagli altri accessori.
  • Scarpe, calzini e ciabatte: per viaggiare leggere vi consigliamo un solo paio di scarpe pulite, possibilmente senza tacchi. Non dimenticate le ciabatte da doccia, specie se alloggerete in strutture senza il bagno privato: indispensabili contro il rischio funghi e altre infezioni. Per quanto riguarda i calzini, meglio preferirli in cotone.
  • In ostello e in campeggio: anche negli ambienti più puliti è sempre meglio portare un sacco letto leggero e poco ingombrante che faccia da isolante fra il vostro corpo e il materasso. Se dormite in tenda, il sacco a pelo ultra leggero può pesare meno di un chilogrammo, ma in questo caso ricordatevi che non è adatto alle basse temperature.

Avete preso appunti? Allora buon viaggio e buona Pasqua!